STORIES for CHILDREN by Sister Farida

(www.wol-children.net)

Search in "Italian":

Home -- Italian -- Perform a PLAY -- 121 (Tracks in the snow 5)

Previous Piece -- Next Piece

TESTI TEATRALI -- puoi interpretarli ad altri bambini
Testi teatrali da far interpretare ai bambini

121. Tracce sulla neve 5


Anna stava leggendo un libro, ma non riusciva a concentrarsi.

Anna: “Nonna, vado a letto. Buona notte.”

Non andò però in camera sua, bensì fuori, in mezzo alla neve alta. Era ormai distante da casa, quando scivolò, e si slogò un piede. Non riusciva più a camminare.

Anna (piangendo): “Cosa devo fare? Prima che qualcuno mi trovi, sarò congelata!”

Si sedette nella neve e pianse. Le stelle splendevano in cielo. Anna guardò verso l’alto. Dio l’avrebbe aiutata, nonostante che fosse stata così cattiva con Luca?

In quel momento sentì il rumore di una slitta.

Anna: “Aiuto! Aiuto! Luca, sei tu? Ti prego, aiutami! Mi sono slogata un piede.”

Luca: “Vado a cercare un’altra slitta. Ecco, prendi la mia giacca.”

Mentre era sola, Anna si mise a pregare con tutto il cuore:

Anna: “Caro Signore Gesù, sono molto cattiva, ho bisogno di te. Ti prego, perdonami tutto! Desidero diventare figlia tua, e non solo perché mi trovo nel bisogno. Amen.”

Luca tornò con un’altra slitta e una coperta.

Anna: “Luca, ti devo dire una cosa. Ho calpestato il tuo cavallino. Gesù mi ha perdonato ogni cosa. Ti prego, perdonami anche tu. Non ti odio più.”

Luca: “Sospettavo che fossi stata tu. Non ti preoccupare, è tutto a posto.”

Anna era ormai da tempo a casa, e Luca pregava nella casa vicina.

Luca: “Signore Gesù, ti prego! Dammi un’idea per mostrare ad Anna che mi dispiace dell’incidente accaduto a Dani.”

Ecco che gli tornò in mente il medico, giù in paese. “Chissà se sarà capace di guarire la gamba di Dani!”, si domandò. Pur nel bel mezzo della notte, si fece coraggio ed andò in paese, nonostante la tempesta di neve. Arrivò stanco. Fu un’avventura pericolosa, ma ne valse la pena. Il medico lo voleva aiutare! Dani dovette stare per un lungo periodo in ospedale. Ma la gioia fu immensa, quando tornò a casa: poteva camminare! Luca fu invitato per dare a Dani il bentornato. Era raggiante quando vide Dani camminare senza stampelle!

Medico: “Dani, devi ringraziare Luca. Ha rischiato la vita quando è venuto da me.”

Luca: “Non ero da solo. Gesù mi ha dato l’idea, e mi ha aiutato.”

Ed il suo amico anziano su nelle montagne aveva pagato tutto. Ma questo rimase un segreto tra lui e Luca...


Personaggi: Narratore, Anna, Luca, medico

© Copyright: CEF Germany

www.WoL-Children.net

Page last modified on August 26, 2017, at 04:40 PM | powered by PmWiki (pmwiki-2.2.109)