STORIES for CHILDREN by Sister Farida

(www.wol-children.net)

Search in "Italian":

Home -- Italian -- Perform a PLAY -- 168 (All is well with Toni 6)

This page in: -- Arabic? -- Aymara -- Azeri -- Bengali? -- Bulgarian -- Cebuano -- Chinese -- English -- Farsi? -- French -- German -- Guarani -- Hebrew? -- Hindi -- Indonesian -- ITALIAN -- Korean -- Kyrgyz -- Malayalam? -- Portuguese -- Quechua? -- Romanian? -- Russian -- Serbian? -- Spanish-AM -- Spanish-ES -- Tamil -- Turkish -- Urdu -- Uzbek

Previous Piece -- Next Piece

TESTI TEATRALI -- puoi interpretarli ad altri bambini
Testi teatrali da far interpretare ai bambini

168 Toni sta bene 6


Filippo e Rut dormivano profondamente, per questo motivo non sentirono i passi per casa. Non sapevano nemmeno che il medico fosse stato quasi tutta notte accanto al letto di Toni.

Quella notte Gesù, il Buon Pastore, silenziosamente e invisibilmente prese l’anima di Toni tra le sue braccia e la portò in Cielo.

Quando Rut venne a sapere, il giorno seguente, che Toni era morto, pianse amaramente. Lei e Filippo avevano perso il loro migliore amico.

Il prete Robert lesse la storia di Gesù, il Buon Pastore, davanti alla tomba di Toni. Dopo il funerale, Rut corse disperatamente nella foresta. Era troppo terribile per lei, il fatto che Toni non fosse più in vita. Rut si sedette sotto un castagno e continuò a piangere, senza riuscir a fermarsi.

Signor Bianchi: “Rut, perché stai piangendo?”

Il signor Bianchi era comparso tutt’a un tratto accanto a lei. Le pecore che stavano dall’altra parte del prato appartenevano a lui. Rut gli raccontò tutto quello che era successo.

Rut: “Ho pregato tanto, ma non è servito a nulla. Toni è morto lo stesso.”

Signor Bianchi: “Credi che Dio abbia fatto un errore? Cosa diresti se una delle mie pecore si ammalasse gravemente e io la prendessi e la portassi sul miglior prato che esista, dove so che starà molto meglio?”

Rut iniziò a capire.

Signor Bianchi: “Gesù ha portato Toni in un posto dove possa stare molto meglio. Perciò non devi essere triste.”

Rut: “Lo hanno sepolto sotto terra. Come può essere che si trovi dal Buon Pastore?”

Il signor Bianchi raccolse una castagna.

Signor Bianchi: “Rut, guarda! La buccia spinosa non ha alcun valore, ma nel seme c’è la vita. Da questo nasce un nuovo albero. Puoi paragonare il corpo di Toni alla buccia. Infatti, si trova sotto terra e non serve più a nulla. Ma il suo interiore, la vera vita, è con Gesù. Da Lui si riceve un nuovo corpo, senza dolori. Rifletti su questo.”

A casa, Filippo notò che Rut non era più così triste.

Filippo: “Rut, ti ringrazio di avermi parlato del Buon Pastore, e che ora io Lo conosco. Toni si trova da Lui ora e anche noi un giorno saremo con Lui.”

Rut: “E domani, a scuola, racconterò ai compagni del Buon Pastore, affinché anche loro Lo possano conoscere!”

E tu, a chi potresti parlare di Gesù, il Buon Pastore?


Personaggi: Narratore, signor Bianchi, Rut, Filippo

© Copyright: CEF Germany

www.WoL-Children.net

Page last modified on September 30, 2017, at 06:37 PM | powered by PmWiki (pmwiki-2.2.109)