STORIES for CHILDREN by Sister Farida

(www.wol-children.net)

Search in "Italian":

Home -- Italian -- Perform a PLAY -- 011 (Jesus is born)

This page in: -- Arabic? -- Aymara -- Azeri -- Bengali? -- Bulgarian -- Cebuano -- Chinese -- English -- Farsi? -- French -- German -- Guarani -- Hebrew? -- Hindi -- Indonesian -- ITALIAN -- Korean -- Kyrgyz -- Malayalam? -- Portuguese -- Quechua? -- Romanian? -- Russian -- Serbian? -- Spanish-AM -- Spanish-ES -- Tamil -- Turkish -- Urdu? -- Uzbek

Previous Piece -- Next Piece

TESTI TEATRALI -- puoi interpretarli ad altri bambini!
Testi teatrali da far interpretare ai bambini

11. Gesù è nato


(Passi d’uomo)

Messaggero dell’imperatore: “Abitanti di Nazareth! Avvicinatevi e ascoltate l’ordine dell’imperatore! Sarà fatto un censimento al popolo. Ogni cittadino di questo paese dovrà andare nella sua città nativa.

Sicuramente questa notizia non vi rallegra, ma una volta registrati potrete ritornare nelle vostre case. Ubbidite all’ordine! Sapete: l’imperatore è severo.”

Nazaret era in agitazione. Tanti erano arrabbiati. L’ordine dell’imperatore non era secondo il loro piano, ma era secondo il piano di Dio.

Anche Maria e Giuseppe dovevano prepararsi per il viaggio. Giuseppe era un discendente del re Davide e perciò doveva andare a Betlemme, dove Davide era nato.

Partire e viaggiare può essere una cosa bella, ma non lo è quando si devono fare 170 chilometri a piedi.

Per Maria questo viaggio fu particolarmente faticoso perché, a breve avrebbe partorito il suo primo figlio. Era consapevole che sarebbe diventata la madre del Figlio di Dio. Fu un angelo a dare a lei e anche a Giuseppe questa bella notizia.

Mandare Gesù, il Salvatore del mondo, era questo il buon piano di Dio.

Il viaggio verso Betlemme sembrava non aver fine. Erano in cammino da ben cinque giorni. Non era la via che Giuseppe e Maria avevano scelto, ma era proprio quella che faceva parte del piano di Dio per loro e perciò ubbidirono.

Arrivati a Betlemme ebbero una gran delusione.

Albergatore: ”È tutto occupato. Nessuna camera è libera. Chiedete altrove. Qui non c’è posto per voi.”

Dappertutto trovarono le porte chiuse.

Alla fine trovarono posto in una stalla.

Una stalla che faceva parte del piano di Dio e fu lì, proprio nel bel mezzo della notte, che ci fu un gran miracolo.

Nacque Gesù. Maria prese il bambino, lo fasciò e lo coricò in una mangiatoia.

Il piano di Dio si adempì. Immagina, 700 anni prima dell’accaduto, Dio aveva promesso il Salvatore e disse che sarebbe nato a Betlemme.

Dio ama talmente tanto gli uomini che ha realizzato il suo piano e ci ha donato il suo Figlio.


Personaggi: Narratore, messaggero, albergatore

© Copyright: CEF Germany

www.WoL-Children.net

Page last modified on August 17, 2017, at 08:48 AM | powered by PmWiki (pmwiki-2.2.109)