STORIES for CHILDREN by Sister Farida

(www.wol-children.net)

Search in "Italian":

Home -- Italian -- Perform a PLAY -- 060 (Christmas – so different 2)

Previous Piece -- Next Piece

TESTI TEATRALI -- puoi interpretarli ad altri bambini
Testi teatrali da far interpretare ai bambini

60. Natale – tutto diverso 2


Nessuno festeggiava il natale nel piccolo paesino tra le montagne. Nessuno gioiva del fatto che Gesù fosse nato. Per Turea era diverso. Quella mattina raccontò di nascosto a suo fratello la storia di Maria, di Giuseppe e di Gesù bambino. Lei desiderava festeggiare il natale, ma non sapeva come.

L’albero di natale, i regali, le luci e i canti non c’erano, come accadeva nella scuola cristana. Turea si legò il grembiule, impastò la pasta per il pane, andò a prendere l’acqua dal pozzo e munse le capre. Lei provava tanta gioia quando aiutava sua madre che era sempre così stanca. Questa era anche un modo per festeggiare il natale. La sera arrivarono molti ospiti. Tutti i parenti volevano vedere Turea, perché lei tornava a casa solo per il periodo delle vacanze.

L’arrosto di coniglio e il pane turco piaceva a tutti. Ad un tratto Hassan disse dopo cena:

Hassan: “Turea, ci racconti la storia di Gesù bambino, che mi hai raccontato questa mattina?”

In quell’istante ci fu un silenzio sgradevole. Il nome Gesù non era gradito in quel luogo e per questo la fissarono tutti con una sguardo cattivo. Armeen, sua cugina disse in modo contariato:

Armeen: “Te l’hanno insegnato a scuola? Non parli mai di queste cose!”

Turea rimase in silenzio. Si sentì sola ed esclusa, proprio come Gesù tanti anni fa. Ma a lei non importava cosa le sarebbe accaduto, lei non avrebbe mai rinunciato a Gesù. A quel punto si intromise suo padre.

Padre: “Sicuramente lei non crede alle storia della Bibbia. Noi abbiamo un'altra religione e questo lei lo sa bene. Vero Turea?”

Turea: “Invece sì, io credo in Gesù. Egli è l’unica via per la quale possiamo arrivare a Dio in cielo."

Un silenzio agghiacciante e degli sguardi taglienti circondarono la povera tredicenne. Le dispiaceva che loro rifiutassero Gesù. Uscì fuori e si mise a piangere. Era l’unica ad amare il Signore Gesù. Perché gli altri no? Turea non trovò nessuna risposta.

Ad un tratto si ritrovò suo fratello Hassan accanto a lei.

Hassan: “Turea, mi piacciono le tue storie. Anch’io voglio diventare come te.”

Turea sorrise. Non aveva più paura. Provava la gioia natalizia nel suo cuore.

Aveva festeggiato il natale, in modo diverso, con Gesù nel suo cuore!


Personaggi: Narratore, Turea, padre, Armeen, Hassan

© Copyright: CEF Germany

www.WoL-Children.net

Page last modified on August 24, 2017, at 12:10 PM | powered by PmWiki (pmwiki-2.2.109)