STORIES for CHILDREN by Sister Farida

(www.wol-children.net)

Search in "Italian":

Home -- Italian -- Perform a PLAY -- 135 (The schedule 3)

Previous Piece -- Next Piece

TESTI TEATRALI -- puoi interpretarli ad altri bambini
Testi teatrali da far interpretare ai bambini

135. La multa 3


(Traffico stradale)

Bambino: “Scuola guida per la vita 2° parte, la multa.”

(Urla di vittoria)

Si festeggiava la vittoria. Senza aver utilizzato nessuna armatura, perché Dio al suono della tromba fece cadere le mura della città.

In breve tempo, gli Israeliti con Dio al loro fianco avrebbero conquistato tutto il territorio. I vincitori festeggiarono. Solo uno di loro si intrufolò di nascosto nella sua tenda. In questo modo stava violando un chiaro segnale di divieto da parte di Dio.

Dio disse: “Non temete. La città è nelle vostre mani, ma osservate il mio divieto. Nessuno si arricchisca con il bottino della guerra.”

Dio è molto deciso, quando dà degli ordini. Acan, però, non lo prese troppo sul serio.

Acan: “Cosa vedono i miei occhi sotto le macerie di Gerico. Un meraviglioso mantello babilonese! Oro e argento. Non posso lasciarli qui, tanto non mi vedrà nessuno.”

Quello che nessun radar può rivelare, la videocamera di Dio lo nota. Gli occhi di Dio seguirono Acan fino alla sua tenda, dove aveva nascosto il bottino.

Ancora un’altra città doveva essere conquistata. Le spie portarono buone notizie.

Spia: “Giosuè, Ai è una piccola città. La conquisteremo con solo 3000 soldati, sarà un gioco da ragazzi."

Ritornarono purtroppo sconfitti e nella fuga morirono 36 uomini.

Allora Giosuè gridò a Dio.

Giosuè: “O Dio perché è successo questo? Perché non ci hai aiutato?”

Dio rispose alla sua domanda.

Dio: “Siete colpevoli, avete rubato. Confessate e io sarò di nuovo vicino a voi.”

Poi tutto venne a galla: Acan ammise il suo peccato.

Uno solo peccò e a causa di lui dovettero soffrire anche gli altri. È come se uno passa il semaforo col rosso e poi gli altri perdono la vita.

I trasgressori della sicurezza stradale devono pagare, ma Dio non si può pagare con i soldi. Dio che è giusto esige come punizione la morte quando vengono trasgrediti i suoi comandamenti.

Acan morì tramite la lapidazione nella valle della sventura.

E adesso ascolta bene! Dio è giusto ma è anche un Dio d’amore. La punizione che tu e io meritavamo Gesù l’ha pagata sulla croce. Se tu credi in Gesù che è morto per te e me ed è risorto, Dio allora non considererà più la tua multa da pagare.


Personaggi: Narratore, bambina, bambino, la voce di Dio, Acan, spia, Giosuè

© Copyright: CEF Germany

www.WoL-Children.net

Page last modified on August 24, 2017, at 12:26 PM | powered by PmWiki (pmwiki-2.2.109)