STORIES for CHILDREN by Sister Farida

(www.wol-children.net)

Search in "Italian":

Home -- Italian -- Perform a PLAY -- 045 (The catastrophe 4)

Previous Piece -- Next Piece

TESTI TEATRALI -- puoi interpretarli ad altri bambini
Testi teatrali da far interpretare ai bambini

45. La catastrofe 4


Una tempesta si abbatté su Haiti. Non è la prima volta che in questo paese il mal tempo distruggeva il raccolto. Orestil lo stregone, nonostante la forte pioggia e il buio della notte, decise di salire sulla montagna. Un lampo schiarì l’oscurità, ed egli riconobbe Vittorio sopra una roccia.

Orestil: “Lo ucciderò. Lui è la causa di tutto questo, perché parla sempre di Gesù e adesso gli spiriti si stanno vendicando con questa tempesta. Lo ucciderò e alla fine tutti penseranno che si è trattato solo di un incidente.”

Con questi cattivi pensieri, Orestil continuò la sua caccia. Ad un tratto cadde in una fossa e si slogò una caviglia. Era impossibile per lui continuare a camminare.

Orestil: “Aiuto! Aiuto!”

Nonostante i tuoni, Vittorio riuscì a sentire qualcuno che chiedeva aiuto. Vittorio non sapeva perché lo stregone lo stesse seguendo.

Orestil: “Aiutami per favore. Volevo andare a trovare mia figlia maggiore che vive in queste montagne e sono caduto.”

Orestil era proprio bugiardo, ma Vittorio lo aiutò. Con fatica lo portò in una capanna per proteggerlo dalla pioggia. Un leggero e continuo tremolare attirò la loro attenzione. Non si trattava di un tuono. Il rumore divenne sempre più forte. La montagna tremò e da essa si staccarono delle rocce che si precipitarono nella vallata seppellendo l’intero villaggio. Orestil fu scioccato.

Orestil: “Mia moglie e la mia piccola TiFam. Dobbiamo aiutarli.”

Vittorio: “Orestil, perché non mi avete ascoltato? Vi avevo avvertito! È colpa tua se tua moglie e tua figlia sono morte.”

A fatica, Orestil con l’aiuto di Vittorio, raggiunse il luogo dove una volta c’era la sua casa, ormai seppellita dal fango e iniziò a scavare. Poi si fermò.

Orestil: “Ho trovato mia moglie morta, ma lì si muove ancora qualcosa, TiFam!”

In fretta liberò la figlia dalle macerie e incredulo che fosse ancora viva, la strinse felice tra le sue braccia.

Orestil: “TiFam, la mia TiFam!”

Vittorio: “Signore Gesù, aiutaci. Manda dei missionari con cibi e medicinali qui da noi.”

Gesù udì la preghiera e non molto tempo dopo arrivarono gli aiuti. TiFam fu portata con un elicottero nell’ospedali dei missionari.

Come lei visse lì, te lo racconterò la prossima volta.


Personaggi: Narratore, Orestil, Vittorio

© Copyright: CEF Germany

www.WoL-Children.net

Page last modified on August 17, 2017, at 04:24 PM | powered by PmWiki (pmwiki-2.2.109)